Italy Time

Italy Time

  • Via Catagnina, 5 | Massa | Italy
  • +39 0585 834434

Emergenza Idraulica Livorno 14/03/2013

by enrico iacopini | 0 comments

La Richiesta D'Intervento

 
EMERGENZA_LI_4 1024x768

Il giorno 13 marzo 2013 alle ore 02,25 la nostra azienda veniva allertata telefonicamente da tecnici A.S.A. SpA di Livorno, per un intervento d’urgenza presso la località i Navicelli nel Comune di Pisa, in relazione alla rottura di una tubazione dell’acqua potabile del diametro di mm.800 che alimenta la città di Livorno.

Alle ore 03,20 due nostri tecnici intervenivano sul posto per capire l’entità del problema e constatavano che era già stato predisposto un sistema di pompaggio per cercare di controllare i livelli idrici nella buca venutasi a creare per la forte pressione con cui l’acqua stava fuoriuscendo dalla tubazione danneggiata.

 

L'intervento con Motopompe

EMERGENZA_LI_2 1024x768

Nonostante vi fossero in funzione 3 motopompe di A.S.A. il livello dell’acqua nella buca era pressoché stabile ed invariato, per cui, in accordo con i tecnici A.S.A. veniva chiamata una nostra squadra operativa che alle ore 06,00 arrivava sul luogo con 5 motopompe con portata ciascuna di 6000 lit./min., oltre a tutte le attrezzature di pompaggio a corredo.

Alle ore 08,00 con le 5 motopompe in funzione si riusciva ad abbassare il livello idrico nella buca di circa 70/80 cm., sufficienti ad intravedere la tubazione ma non a capire le effettive dimensioni del guasto, si poteva osservare solamente il reflusso di acqua dal fondo scavo ma non si poteva accertarne il punto di fuoriuscita.

 

Il Prosciugamento della buca

EMERGENZA_LI_10 1024x768

Alle ore 08,30 si decideva con i tecnici di A.S.A. di prosciugare COMPLETAMENTE la buca per effettuare una riparazione d’urgenza che avrebbe consentito di alimentare in tempi brevi le cisterne dell’acquedotto comunale di Livorno, a tal fine si optava per incrementare il sistema di pompaggio al fine di poter prosciugare l’intera area di lavoro.

Alle 08,45 veniva chiamata un’altra squadra di tecnici di Geonord wellpoint, che in tempi rapidissimi partivano dal deposito di Massa e consegnavano sul posto altre 5 motopompe della stessa portata, avendo così a disposizione una capacità di pompaggio che si aggirava sui 60.000 lit./min.  di portata d’acqua.

 

La visione del guasto

EMERGENZA_LI_1 1024x768

Con l’accensione delle motopompe supplementari finalmente si riusciva a contrastare e controllare il flusso idrico nella buca ed i tecnici di A.S.A. venivano messi in condizione di vedere per la prima volta l’entità del guasto.

A quel punto, i tecnici di A.S.A. prendevano in considerazione la necessità di intervenire con un Palancolato metallico al fine di chiudere ermeticamente la filtrazione d’acqua proveniente dal limitrofo canale dei Navicelli per consentire ai tecnici di scendere nella buca in condizioni di Sicurezza.

Rendendosi conto della gravità e delle dimensioni del problema, autorizzavano immediatamente la nostra azienda a prendere contatti con un nostro partner specializzato in opere di palancolatura, la Chimin S.p.A. di Correggio, la quale organizzava l’intervento in brevissimo tempo, ricordiamo che il primo contatto con loro è avvenuto alle ore 10,00 c.a. e in condizioni di normalità sono necessarie come minimo 24/36 ore per movimentare tutta l’attrezzatura occorrente in cantiere.

 

Il Palancolato metallico

EMERGENZA_LI_3 1024x768

Alle ore 17,00 arrivavano i primi trasporti eccezionali con a bordo le palancole (presenti nel deposito di Correggio RE), l’Escavatore per la loro posa (che si trovava a lavorare in un cantiere a Parma) ed il palancolatore, cioè il macchinario necessario all’infissione delle palancole (che si trovava in un cantiere a Roma).

Le operazioni di palancolatura sono durate quasi tutta la notte fino alle ore 04,00 a quel punto si è  potuto eseguire lo scavo e smontare la tubazione rotta, potendo constatare direttamente che la tubazione aveva subito lesioni in più parti.

 

Le Operazioni di sistemazione

EMERGENZA_LI_9 1024x768

I tecnici A.S.A. predisponevano immediatamente la sua rimozione con una autogru di grosse dimensioni e organizzavano la sostituzione dell’intero tratto danneggiato al fine di non dover incorrere in una probabile nuova rottura nei giorni subito dopo la riparazione.

A quel punto si adeguava il sistema di pompaggio alle nuove necessità del cantiere permettendo alle maestranze di A.S.A. di operare in condizioni di sicurezza.

 

La nostra Azienda è stata presente sul cantiere ininterrottamente per 60 ore, cioè tutta la durata dell’intervento, per dirigere e sovraintendere a tutte le attività legate al pompaggio ed al mantenimento del fondo scavo in condizioni di asciutto.

Dopo aver lavorato continuamente senza sosta insieme a tutti gli operai ed i tecnici finalmente alle ore 07,00 di venerdì 15 marzo veniva ripristinata la tubazione idrica e riaperto l’acquedotto comunale di Livorno.

 

Difficilmente la nostra azienda rende pubblici nel dettaglio i particolari operativi dei suoi cantieri, però, visti e considerati i disagi procurati alla popolazione di Livorno e l’ampio clamore che si è creato sulla gestione dell’emergenza da parte di A.S.A., ci tenevamo a sottolineare, in qualità di testimoni oculari dei fatti, ciò che realmente è accaduto.
Possiamo dire con molta chiarezza e correttezza professionale che l’operato dei tecnici di A.S.A. è stato all’altezza della situazione creatasi con il guasto, hanno avuto la prontezza di decidere e attivarsi sulle scelte tecniche da intraprendere in tempi rapidissimi, se così non fosse stato, i disagi per l’intera popolazione avrebbero potuto assumere aspetti ancor più dramamtici.

 
EMERGENZA_LI_8 1024x768
EMERGENZA_LI_7 1024x768
EMERGENZA_LI_5 1024x768
 

Geonord wellpoint conta una innumerevole casistica di interventi d’emergenza in ambito di Protezione Civile in caso di alluvioni e allagamenti nonché di interventi di pompaggio e By-pass per la riparazione d’urgenza di condotte fognarie di qualsiasi tipo.

L’ampia casistica nella gestione di problematiche legate all’acqua ci ha portato ad avere un’esperienza veramente unica nel suo genere e possiamo dire che nelle condizioni di emergenza in cui si sono trovati i tecnici di A.S.A. non era umanamente possibile risolvere questo specifico problema con modi e tempistiche migliori di quanto sia stato fatto.
Geonord wellpoint che è stata chiamata per risolvere il problema del prosciugamento dello scavo,  come sua consuetudine si è prodigata mettendo a disposizione la sua esperienza ed il suo know-out, ciò è stato ampliamente ripagato con le manifestazioni di stima per il lavoro svolto.

Ringraziamo pubblicamente per questo, in primis, il nostro staff di tecnici per la rapidità con cui hanno attivato la macchina organizzativa interna, i tecnici ed i dirigenti di A.S.A. S.p.A. per la fiducia riposta in noi, la disponibilità la collaborazione e la serietà dimostrata dalla Chimin S.p.A. che ancora una volta ci ha confermato di essere un Partner di indiscussa affidabilità.

Comments are closed.